Sicilia, Cronaca

Ferragosto culturale a Palermo

Musei aperti, giardini disponibili. Ecco i luoghi che è possibile visitare

PALERMO. Sfidare il caldo rinchiudendosi nel convento della Magione, scendendo nelle Sale Duca di Montalto a Palazzo dei Normanni. O addirittura approfittare della città vuota e scoprire a Ferragosto i «Musici» di Caravaggio all’Abatellis o le invisibili ferite dell’Ignoto di Antonello. La città si svuota, e si consegna facilmente a turisti e curiosi per i quali è qui pronta una mappa di luoghi da visitare, musei aperti, giardini disponibili. Ad iniziare da Palazzo Abatellis (aperto fino alle 13), appena rimesso a nuovo, che accoglie in questi mesi, dal Met di New York, «I Musici» di Caravaggio, «Orfeo che suona il violino» di Pietro D'Asaro, e il «Piatto da parata» di Giuseppe De Filippo, nella sala dei capitelli è invece allestita «Le altissime macchine del Trionfal Carro, 1800 - 1895», quattro disegni acquerellati della prima metà dell'Ottocento, del Carro di Santa Rosalia. Basta percorrere qualche vicolo e dall’Abatellis si arriva alla Galleria d’arte moderna del Sant’Anna, aperta dalle 9,30 alle 18,30 (ultimo ingresso un’ora prima): tele e sculture dell’Ottocento siciliano e, nelle sale a pianoterra (con ingresso gratuito) il video di Isaac Julien e le opere di Younes Rahmoun e Kathryn Smith, parte della mostra «Others». Per chi l’esposizione volesse visitarla tutta, basta trasferirsi al museo d’arte contemporanea di Palazzo Riso, - aperto dalle 10 alle 20, ultimo ingresso mezz’ora prima - dove sono esposti i lavori provenienti dalla III Biennale internazionale d'arte di Marrakech. Disponibili alla visita fino alle 13 anche alcune sale del museo archeologico Salinas, quelle non interessate dal restauro in corso. Sempre fino alle 13 anche il Convento della  Magione  (via Teatro Garibaldi 27) dove sono esposti circa 250 reperti provenienti dalle più importanti necropoli della Sicilia nord-occidentale, raccolti nella mostra «L'ultima città. Rituali e spazi funerari nella Sicilia nord-occidentale di età arcaica e classica». A Palazzo dei Normanni - aperto dalle 8,15 alle 13 - oltre a visitare la Cappella Palatina, si possono scoprire due mostre: nelle Sale Duca di Montalto la curiosa «La luce dell'invisibile-CSI nell'Arte», ricostruzioni e indagini radiologiche sulle opere d'arte, a cura del radiologo Giuseppe Salerno, e, nel cortile Maqueda, «L'ultima bottega», esposizione di carretti siciliani delle più importanti collezioni di Palermo e provincia. Tra gli altri pezzi, anche uno dipinto da Bruno Caruso, costruito dagli eredi bagheresi dei Ducato. Volete invece dedicarvi a qualcosa di più «leggero»? L’imbarazzo della scelta è tra le foto, le installazioni e i video su Fabrizio De Andrè, ospitate nell'Ex deposito Locomotive Sant'Erasmo (aperto dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 23); e il grande «bazar vintage» allestito dalla Provincia a Palazzo Sant’Elia (aperto dalle 18 alle 21) per celebra lo stile italiano degli anni 1960, 1970, 1980, 1990 e 2000. Nei «Fab Five» si scoprirà il juke box con le etichette originali, la pompa di benzina Harley Davidson, 11 tra Brionvega, Rex e Magnadyne, i cartoni dei panettoni Alemagna, Motta, Colussi e Dagnino e i telefoni «Cobra». Non vi è bastata l’abbuffata? aprono le loro porte a turisti e non, il chiostro di San Giovanni degli Eremiti e il castello della Zisa (dalle 9 alle 19, chiusura botteghino mezz’ora prima). Oppure andate fuori porta, ma di poco, e salite a Monreale dove si possono riscoprire i mosaici del Duomo dalle 9 alle 13 e dalle 14,30 alle 17,30, o fare una passeggiata nel chiostro, aperto dalle 9 alle 18,30. E, per chiudere, una chicca, anzi due: a Ferragosto ci si può calare nella magnificenza un po’ sbiadita e liberty del Villino Florio restaurato, che mostra anche i giardini. O visitare in notturna il Castello a mare con i suoi bastioni, aperto ed illuminato artisticamente dalle 20 a mezzanotte.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati