Il boss che regalava profumi per farsi perdonare

Andrea Bonaccorso, collaboratore di giustizia, racconta che Gioacchino Corso, capo del mandamento di Santa Maria di Gesù, a Palermo, portava un piccolo cadeau a ogni incontro

PALERMO. Arrivava a ogni appuntamento con una boccetta di profumo, che costava 180 euro per 10 milligrammi. Un’essenza particolare, che Gioacchino Corso, capo del mandamento di Santa Maria di Gesù, portava come cadeau, forse per farsi perdonare il suo peccato originale, alcune piccole disattenzioni che causarono la cattura del predecessore Pietro Aglieri, nel giugno del 1997. È quanto ha raccontato ai magistrati il collaboratore di giustizia, Andrea Bonaccorso, confermando gli ottimi rapporti fra i mandamenti di Resuttana e San Lorenzo.
Maggiori dettagli sul Giornale di Sicilia in edicola oggi (13 agosto 2010).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati