Sicilia, Qui Catania

L’abbraccio rossazzurro a Massannunziata

Circa 1500 sostenitori della squadra hanno accolto con applausi e cori d'incitamento atleti e tecnici

CATANIA. Primo giorno d'allenamento, ieri, in sede per il nuovo Catania, reduce dal lungo ritiro in Trentino ed in Umbria. Circa 1500 sostenitori della squadra dell'Elefante hanno accolto con applausi e cori d'incitamento atleti e tecnici, che prima di entrare nel vivo del programma pomeridiano hanno risposto al saluto recandosi a pochi metri dall'unica tribuna dell'impianto di Massannunziata, nell'occasione gremita ed impreziosita dal trionfo del rossazzurro.
Una doppia seduta molto intensa ha inaugurato la settimana di lavoro: due le sessioni quotidiane fino a venerdì, quando i rossazzurri si alleneranno in mattinata per poi scendere in campo in serata al Massimino. Dalle 9.30, ieri, la ripresa mattutina atletica e tecnica, alle 17.30 via ad una sessione molto intensa di approfondimenti basati sulla ricerca del ritmo, della rapidità e della qualità nella trasmissione del possesso, anche in spazi ristretti. Quindi, mini-torneo per 3 squadre e tiri in porta, infine partitella su campo ridotto con calci d'angolo battuti soltanto al termine dalla contesa.
L'ottimo sfruttamento dei corner, con Alvarez e Marchese a segno, ha permesso alla compagine in maglia bianca di ribaltare il risultato e vincere l'accesa sfida in famiglia, caratterizzata da reti e belle giocate che hanno scatenato gli applausi del pubblico. Differenziato per Morimoto, che in mattinata ha riportato una lieve contusione all'anca, in palestra Capuano. Programmi individuali per Augustyn e Llama, in piscina Sciacca, che ancora per un mese dovrà limitarsi a sopportare carichi ridotti per lasciarsi alle spalle un infortunio. Aggregati alle rispettive nazionali Andujar e Bellusci.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati