Abbronzatura con la lampada, aumenta il rischio di melanomi

Lo dimostra una ricerca realizzata in Australia. Stando allo studio i pericoli raddoppiano per chi ha cominciato a usare i lettini prima dei 20 anni o che nella vita si è sottoposto a più di 10 sessioni

SYDNEY. I giovani che si affidano al solarium per abbronzarsi aumentano del 41% il rischio di contrarre il letale cancro alla pelle melanoma. Uno studio australiano condotto dal Melanoma Institute con la collaborazione delle università di Sydney e di Melbourne, sugli effetti delle lampade abbronzanti su persone da 18 a 39 anni rivela che in un campione di pazienti di melanoma, il 23% le aveva usate per procurarsi la tintarella.
"I pericoli dell'uso dei lettini abbronzanti sono ben noti, ma in questa ricerca vi è uno speciale messaggio per i giovani: evitarli del tutto", scrive l'autore dello studio Graham Mann, direttore per la ricerca dell'Istituto. "I nostri dati indicano che i solarium hanno causato circa tre quarti dei melanomi fra chi aveva meno di 30 anni. "Il rischio di melanoma risulta più che raddoppiato fra chi ha cominciato a usare i lettini prima dei 20 anni o che nella vita si è sottoposto a più di 10 sessioni”.
Secondo la ricerca, coloro che si affidano alle lampade abbronzanti hanno una probabilità molto più alta di essere di sesso femminile, di abbronzarsi facilmente, di essere maggiormente esposti al sole durante le vacanze estive e di vivere in regioni meno soleggiate.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati