"Basta agli attacchi del governo alla Sicilia"

Lo scrive il presidente della Regione Raffaele Lombardo, che sottolinea il "ruolo fondamentale dell'Isola nell'evolversi della situazione politica nazionale"

PALERMO. "Credo che la Sicilia avrà un ruolo fondamentale nell'evolversi della situazione politica nazionale". Lo scrive il presidente della Regione, Raffaele Lombardo. "Lo ha avuto a proposito delle vicende del Pdl e lo avrà con il governo che noi riorganizzeremo dopo la pausa estiva - aggiunge -. Voglio capire se il governo nazionale intende fare la propria parte e il proprio dovere istituzionale o vuole, come abbiamo registrato nei giorni scorsi, continuare ad attaccare e ad aggredire il popolo siciliano e meridionale". Per Lombardo: "Lo scempio della Tirrenia, vicenda sulla quale, lo ribadisco, noi ricorreremo, a cominciare dalla Corte Costituzionale, perché il decreto del governo non ha visto la presenza del presidente della Regione. Questo vuol dire mettersi sotto i piedi lo Statuto che prescrive che il presidente della Regione sia presente quando si riunisce il Consiglio dei ministri per trattare questioni che riguardano la Sicilia. Si vede che non c'era nessun siciliano interessato alla questione Tirrenia". "Un misfatto quello delle autostrade. - sostiene -. C'é un disegno per far accaparrare le autostrade siciliane a qualcuno per far poi pagare ai siciliani il pedaggio per trenta o cinquanta anni. Un misfatto che non possiamo consentire e che denunceremo alla magistratura che, sono certo, farà giustizia".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati