Agrigento, detenuto tenta il suicidio: salvato da un agente

L'uomo si era legato un lenzuolo al collo e un assistente capo della polizia penitenziaria lo ha sollevato, evitando il soffocamento

AGRIGENTO. Un detenuto, nel carcere agrigentino, ha tentato il suicidio, alle 3, impiccandosi ma è stato salvato della Polizia Penitenziaria. L'uomo si era legato un lenzuolo al collo e un assistente capo della polizia penitenziaria lo ha sollevato evitando il soffocamento.  Il sindacato Sappe sostiene che l'agente si è "distinto per l'alta professionalità, la prontezza e sprezzo della vita, riuscendo con immediatezza ad entrare, nonostante l'agitazione, nella stanza di allocazione del recluso, alzandolo di peso, insieme ad altra unità di altro settore detentivo, slacciandolo dal collo un lenzuolo che era servito da cappio".


Il sindacato autonomo di polizia penitenziaria esprime "compiacimento con il personale intervenuto per la compostezza e la lodevole gestione della situazione nonostante l'esigua presenza di agenti: nella turnazione notturna era presente una sola unità di polizia penitenziaria per la vigilanza di 150 detenuti".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati