Alla Sicilia il primato per l'aumento della pressione tributaria

Dal 2006 al 2008 la leva è cresciuta del 6,11%. E' quanto emerge dalla relazione della Corte dei Conti sulla gestione finanziaria dei Comuni

PALERMO. La Sicilia è l'unica regione in Italia dove negli ultimi tre anni la pressione tributaria da parte dei Comuni è aumentata: dal 2006 al 2008 la leva è cresciuta del 6,11%. E' quanto emerge dalla relazione della Corte dei Conti sulla gestione finanziaria degli enti locali. Gli aumenti si sono abbattuti su circa 3,5 milioni di siciliani, la popolazione dei 124 comuni presi a campione dai magistrati contabili per l'esame della gestione finanziaria. Nel Paese, la variazione delle imposte ha fatto segnare, secondo la Corte dei Conti, una flessione pari a -29,63%. Il dato non è omogeneo e la forbice tra le diverse aree del Paese é ampia: -39,38% del Nord-Ovest, -30 nel Nord-Est, -29,87 al Centro, -19,84% al Sud, +4,26% nelle isole. La regione dove la pressione tributaria dei Comuni è diminuita in modo più consistente è la Lombardia con -40,9%, 11 punti in più rispetto alla media nazionale. In tutte le regioni la variazione è negativa, solo in Sicilia è positiva.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati