Elvira Sellerio: addio commosso alla “signora dell'editoria”

A Palermo funerali con folla di giornalisti, scrittori e amici. Presenti anche le istituzioni. Minoli: grande donna del sud

PALERMO. La chiesa che doveva accogliere Elvira Giorgianni Sellerio, morta due giorni fa all'età di 74 anni, era stracolma già mezz'ora prima dell'inizio del suo funerale. Così Palermo ha salutato per l'ultima volta la “signora dell'editoria”, la coraggiosa imprenditrice che ha contribuito a scrivere pagine importanti della storia culturale italiana.
Il lungo applauso degli amici di una vita, scrittori, giornalisti, personaggi del mondo della cultura e delle istituzioni, l'ha accompagnata fino all'uscita della chiesa di Sant'Espedito a Palermo, dove il sacerdote, Nino Fasullo, ha celebrato le esequie.
Tra i primi ad arrivare i giornalisti Antonio Calabrò, Giovanni Minoli, gli scrittori Vincenzo Consolo e Santo Piazzese, il questore di Palermo, Alessandro Marangoni, il regista Francesco Tornatore, fratello del più famoso Giuseppe.
Ma anche le istituzioni hanno voluto ricordare Elvira Sellerio. Gonfaloni e cuscini di fiori del Comune e della Regione vicino all'altare, mentre sulle panche c'erano gli assessori regionale ai Beni Culturali, Gaetano Armao, e  all'Istruzione, Mario Centorrino, il sindaco Diego Cammarata e il sovrintendente ai Beni culturali, Adele Mormino.
"Era una grande donna del sud - ha detto Minoli, che l'ha apprezzata anche quando era nel cda della Rai - Un giorno mi disse: 'aiutami a non far chiudere la Rai di Napoli'. Non era solo siciliana, era meridionale fino al midollo. E aveva una visione strategica eccezionale".
Commosso anche il questore. "E' andata sempre avanti – ha detto -. Non ha mollato mai, andando anche contro i siciliani in alcune occasioni".
L'orazione funebre è stata pronunciata dall'antropologo Antonino Buttitta, figlio del noto poeta Ignazio, che ha esaudito una delle volontà di 'donna Elvira' leggendo alcuni brani del 39° capitolo del Siracide, contenuto nell'Antico Testamento. "Il miracolo di Elvira continuerà grazie a Enzo e ai figli Antonio e Olivia - ha detto Buttitta -. Siamo qui per celebrare una donna che ha coltivato una cosa rara: l'amicizia".
Per la famiglia hanno parlato i nipoti, rappresentati da Maria Fasino. "Hai vissuto la tua splendida vita con immenso amore - ha detto tra le lacrime -: ci mancherai tanto".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati