Ars, presentata la sottocommissione d'inchiesta sull'agricoltura

PALERMO. Presentata questa mattina nel corso di una conferenza stampa tenutasi presso la Sala Palumbo, dell'Assemblea regionale Siciliana la sottocommissione di inchiesta sui fondi destinati agli agricoltori, che fa capo alla commissione regionale Antimafia. A presiedere e coordinare i lavori sarà la parlamentare Giulia Adamo insieme a Calogero Speziale, Salvino Caputo, Salvatore Cordaro, Franco Calanducci, Concetta Raia.
La sottocommissione indagherà sulle responsabilità dell'immobilismo burocratico che da tempo impedisce al sistema di funzionare correttamente e agli agricoltori, naturali e legittimi beneficiari dei fondi,  di potere accede velocemente ai finanziamenti spettanti.  
"Bruxelles -afferma Adamo - predispone ed emana un decreto in quattro giorni diversamente dalla regione Sicilia dove le procedure burocratiche impiegano mesi per produrre lo stesso risultato. La sottomissione - prosegue la coordinatrice - nasce per far luce sulle ripetute irregolarità e le frodi sui finanziamenti destinati agli agricoltori, successivamente alla recente indagine della Corti dei Conti ai danni del Feoga Agricoltura, fondi Ue, che ammonterebbero a novantacinque milioni di euro, di cui 45 milioni relativi ai fondi sinora gestiti dall'Agea, l'agenzia per le erogazioni in agricoltura e 50 milioni relativi ai finanziamenti gestiti dalla regione Siciliana".
"Entro novanta giorni - specifica il presidente della commissione regionale Antimafia Calogero Speziale - la sottocommissione presenterà una relazione che verrà poi  discussa in commissione. Successivamente, coniugando il binomio di efficacia e trasparenza, sarà discussa e condivisa dall'intera assemblea regionale in seduta d'Aula".
I componenti hanno sottolineato l'importanza della Agea, ente pagatore nazionale, nel destinare i fondi alle imprese che operano nelle regioni: "Mentre le altre regioni hanno un organismo proprio - spiega la coordinatrice - la Sicilia si ritrova ad attendere il reale funzionamento del proprio ente previsto dalla legge (Arsea) che al momento non opera nel territorio. Infine - conclude il parlamentare Adamo - la presenza di elevati contributi irregolari espone la Regione siciliana al rischio di dovere restituire alla Commissione europea i finanziamenti indebitamente erogati, ritengo indispensabile e urgente un nostro intervento parlamentare".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati