Enzo Sellerio: "Il ricordo più bello di Elvira? Quando la conobbi"

Parla l'ex marito dell'intellettuale scomparsa a Palermo. "Il momento più importante, la fondazione della casa editrice" dice

PALERMO. "Il ricordo più bello di Elvira? Quando la conobbi per la prima volta a una festa a Palermo. Era il '61. Io, mi vergogno quasi a dirlo, indossavo uno smoking che poi dimenticai dal sarto, lei mi colpi' subito per la sua bellezza...". Enzo Sellerio non vorrebbe parlare, si dice "depresso" per la morte della sua ex moglie e scava con pudore tra i suoi ricordi: "Sono tanti i momenti belli che abbiamo passato insieme - dice - a cominciare da quel primo incontro: ma il momento più importante è stato quando abbiamo cominciato a lavorare insieme, fondando nel '69 la casa editrice''. Anche dopo la fine del matrimonio e la scissione della casa editrice in due distinte società, i rapporti tra Enzo Sellerio, che si occupa della pubblicazione di libri d'arte, e la sua ex moglie, alla guida della Sellerio Editore, sono rimasti buoni. Le due case editrici hanno sede nello stesso edificio, una di fronte all'altra, in via Siracusa a Palermo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati