Lombardo: "Il futuro di Termini? Dialoghiamo con tutti"

Il governatore sul caso Fiat dopo l'interesse dell'imprenditore Rossignolo: "Non sponsorizzo nessuno, l'unico nostro fine è garantire i lavoratori"

PALERMO. "Leggo sulla stampa di mie presunte scorrettezze perché avrei già scelto di sponsorizzare, per il futuro di Termini Imerese, un imprenditore e di avere un dialogo preferenziale con questo o quel sindacato. Mi pare una tempesta in un bicchier d'acqua".
Lo ha detto il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, dopo le notizie riguardanti l'interesse manifestato dall'imprenditore Gian Mario Rossignolo a rilevare lo stabilimento Fiat di Termini Imerese e l'incontro su questo tema avuto ieri dal governatore con la Fiom Cgil.   
"Ribadisco - aggiunge Lombardo - che il governo regionale intende dialogare con tutte le forze sindacali, tanto che avrei dovuto partecipare all'assemblea organizzata dalla Fiom la scorsa settimana. Non ho potuto farlo in quanto impegnato, quello stesso giorno, per l'audizione in Commissione antimafia. Con Fiom eravamo d'accordo che ci saremmo incontrati il mercoledì successivo, cioé ieri, per affrontare la questione di Termini".    
"Così come tengo a sottolineare - conclude il governatore - che il nostro governo non sponsorizza alcuna delle proposte presentate per Termini Imerese. Tutte saranno vagliate e valutate con lo stesso interesse. Il nostro fine principale è quello di assicurare un futuro certo per i lavoratori siciliani della Fiat e del suo indotto”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati