Affare Tirrenia-Siremar, Lombardo: non ci saranno assunzioni

Le due compagnie navali passano per 25 milioni alla Mediterranea Holding, guidata dalla Regione, che si farà carico dei debiti. Il governatore: "I lavoratori sono al sicuro"

PALERMO. Nuovi proprietari per la Tirrenia e per la Siremar. La Mediterranea Holding, cordata di imprenditori guidata dalla Regione (37% delle quote) ha acquistato dalla Fintecna le due compagnie navali. Un affare da 25 milioni che saranno pagati in 10 anni. Il gruppo acquirente inoltre si farà carico dei debiti valutati dalla Corte dei cont in 520 milioni, col rischio che si arrivi a oltre 600.
"I lavoratori di Tirrenia sono al sicuro ma nessuna nuova assunzione", afferma il presidente della Regione siciliana Raffaele Lombardo, in un'intervista al suo blog, commentando la privatizzazione della compagnia di navigazione dopo l'aggiudicazione da parte della Mediterranea Holding.
"Ho anche letto - ha aggiunto il governatore - che noi vorremmo assumere in Tirrenia. Ha un surplus di personale, non era gestita da noi ma dallo Stato. Noi non possiamo buttare i lavoratori a mare o in mezzo a una strada. Ci sarà un piano - puntualizza Lombardo - per cui, non assicurando il turnover, si ridurrà il personale fino a dimensioni accettabili dal punto di vista imprenditoriale”.
Maggiori dettagli sul Giornale di Sicilia in edicola oggi (29 luglio 2010).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati