Dissequestrati a Lampedusa 5 stabilimenti balneari

LAMPEDUSA. Cinque stabilimenti balneari, alcuni dei quali adibiti a ristorante e pub, sono stati dissequestrati a Lampedusa. A darne notizia è il sindaco delle Pelagie, Dino De Rubeis. "La riapertura in tempo record degli stabilimenti balneari - ha detto - è stata possibile grazie ai certificati di compatibilità paesaggistica rilasciati immediatamente dalla soprintendenza di Agrigento. È stata una corsa contro il tempo per evitare di lasciare privi di servizi i numerosi turisti che affollano l'isola". I carabinieri, alcuni giorni fa, avevano sequestrato 7 stabilimenti per presunte difformità edilizie o mancanza di autorizzazioni. Due strutture erano state, poi, dissequestrate 24 ore dopo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati