Blitz nella movida palermitana: 27 denunce

Posti di blocco dei carabinieri lungo le vie che portano alle località balnerari del capoluogo isolano. Tra i reati, guida in stato di ebbrezza e detenzione illegale di armi

PALERMO. Le vie principali che portano alle località balneari di Palermo nel mirino dei controlli dei carabinieri. Sono durati fino all’alba di questa mattina, gli accertamenti degli agenti scesi in strada per contrastare il fenomeno della guida irresponsabile. Ben 27 le denunce scattate ai danni di persone sorprese a guidare in stato di ebbrezza, ma anche senza assicurazione per l’auto o per detenzione illegali di armi.
Nel corso della notte, i carabinieri del nucleo radiomobile di Palermo, organizzando posti di blocco e avvalendosi dei controlli dall’alto di un elicottero del 9° Nucleo di Palermo Boccadifalco, hanno denunciato 20 persone per guida in stato di ebbrezza, procedendo al contestuale ritiro della patente; otto persone sorprese alla guida di auto prive di copertura assicurativa sono state multate, mentre 5 sono state denunciate per detenzione illegale di armi.
Gli agenti hanno anche denunciato per resistenza a pubblico ufficiale, simulazione di reato e
porto abusivo di oggetti atti ad offendere, un ragazzo ventiduenne. Mentre un giovane di 24 anni, suo amico, è stato denunciato per favoreggiamento personale. Nella sera di ieri, infatti, il più piccolo dei due ha forzato il posto di blocco dei carabinieri dando vita ad un breve inseguimento e riuscendo a far perdere le tracce di sé. Poco dopo, però, lo stesso ragazzo ha denunciato il furto della sua auto alla polizia, ignaro che la Questura era già stata informata dei fatti dai carabinieri. E’ così scattata la denuncia sia per lui che per il suo amico di 24 anni, colpevole di aver raccontato una versione dei fatti del tutto falsa.
Sempre durante alcuni controlli effettuati dai carabinieri sul lungomare di Mondello, nel corso di un’operazione coordinata dalla stazione Altarello di Baida, un palermitano di 35 anni è stato arrestato per spaccio di stupefacenti. Antonino Riggio, questo il nome dell’uomo, è stato scoperto mentre vendeva della droga in via Regina Elena. Immediatamente sottoposto a perquisizione, gli sono stati rinvenuti 7 grammi di cocaina  e 5 grammi di eroina, nonché 155 euro, provento dell’illecita attività. L’arrestato è stato portato presso la casa circondariale Ucciardone, dove è a disposizione dell’autorità giudiziaria.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati