Rubavano impianti satellitari dalle auto, due arresti a Palermo

PALERMO. Sono stati sorpresi dai carabinieri mentre infrangevano l'ennesimo lunotto di un'auto parcheggiata per rubare l'impianto satellitare della vettura. Emanuel Megna, di 22 anni, ed un ragazzo di 17 anni, sono così finiti in manette a Palermo con l'accusa di tentato furto aggravato in concorso. I due giovani, a bordo di un motociclo Honda, prendevano di mira le auto più lussuose, dotate di costosi satellitari ed impianti stereo, e con l'aiuto di due cacciaviti mandavano in frantumi i vetri delle vetture. Ma la scena è stata notata da una pattuglia del Nucleo radiomobile di Palermo, che transitando da via Sardegna ha notato Megna e il suo complice in azione. Alla vista dei carabinieri, i giovani hanno tentato la fuga a bordo del ciclomotore, ma sono stati bloccati dopo poche centinaia di metri. I carabinieri, nel corso della perquisizione personale, hanno scoperto e sequestrato due navigatori ed un autoradio portatile, nonché due cacciaviti ed un coltello multiuso. Megna è stato giudicato con rito direttissimo e sottoposto alla misura dell'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Il minore, invece, è stato accompagnato al Centro di Prima Accoglienza "Malaspina".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati