Ondata di caldo in Giappone, almeno 66 morti

TOKYO. Sono almeno 66 i morti causati dalla pesante ondata di caldo che sta interessando il Giappone, di cui 57 solo nell'ultima settimana, mentre il totale delle persone costrette al ricovero in ospedale ha superato le 15.000 unità. Sono i dati dell'Agenzia per la gestione degli incendi e dei disastri, secondo cui la gran parte dei decessi ha colpito la popolazione più anziana, spesso tra le mura domestiche. Negli  ultimi sette giorni, i ricoveri sono stati 9.436, di cui quasi mille a Tokyo, nella prefettura di Saitama e in quella di Aichi. Con ogni probabilità il 2010 registrerà uno dei bilanci più pesanti della storia del Sol Levante: nel 2008, ad esempio, sono morte 47 persone per la pesante afa nell'arco dei mesi di luglio e agosto, i più caldi dopo la chiusura della stagione delle piogge. Quest'anno, invece, la colonnina di mercurio ha spesso   superato i 30 gradi in tutte le 47 prefetture del Giappone, fino ad andare oltre i 35 gradi domenica scorsa in gran parte del territorio nipponico, sulla base dei dati forniti dalla Japan Meteorological Agency. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati