Incredibile Rossi: terzo a Laguna Seca

Vince Lorenzo, ma Valentino coglie uno sbalorditivo podio, alla seconda gara dopo la frattura alla gamba. "Sono felice, ma mi fa male tutto"

LAGUNA SECA. Jorge Lorenzo sempre più dominatore del Mondiale MotoGp, Valentino Rossi sempre più fenomeno. E' il doppio verdetto del Gp di Laguna Seca, nona gara del campionato. Lo spagnolo coglie il sesto successo della stagione, il pesarese un incredibile terzo posto su un circuito molto difficile per uno ancora alle prese con i postumi della frattura alla gamba. "Sono felice, ma non posso fare più di tanto perché sono finito, mi fa male tutto", ha detto Valentino poco dopo la sua prova. Intanto Lorenzo ripropone il numero dell'astronauta che pianta la bandiera nera con il suo nome su un pianeta immaginario, dove gli umani al momento non possono arrivare. Solo che sul podio parte per sbaglio, per alcuni secondi, l'inno italiano.       
Lo spagnolo all'inizio sfrutta bene il motore della sua Yamaha, ma viene superato quasi subito da Dani Pedrosa e da Casey Stoner decisi a scappare il più velocemente possibile. Rossi al via rimane nella sua posizione di qualifica, il sesto posto, che manterrà fino al quinto giro, quando scavalca  Spies mettendosi alla caccia di Andrea Dovizioso. Il primo  brivido arriva al settimo giro quando Stoner allarga una curva a vantaggio di Jorge Lorenzo che si appropria del secondo posto.  La gara entra definitivamente nel segno del maiorchino della  Yamaha quando all'undicesimo giro cade Pedrosa che era al  comando, regalando la testa a Lorenzo. Nel frattempo Rossi si  deve difendere dalla pressante presenza dei due americani Hayden (Ducati) e Spies (Yamaha) che sono vicinissimi al nove volte  campione del mondo. Davanti a tutti, Lorenzo costruisce il suo  vantaggio a discapito di uno Stoner incapace di recuperare  terreno.     
Una gara di carattere è quella di Marco Simoncelli, peccato che una caduta lo abbia levato dalla scena a 13 giri dalla fine. Nel frattempo, Valentino, non perde la voglia di finire a podio, andando ad avvicinarsi ad Andrea Dovizioso padrone della terza piazza. Rossi ha recuperato tutto il terreno sul pilota dell Honda, andando ad attaccare Dovizioso a 5 giri dalla fine, rischiando anche qualcosa nel corpo a corpo con il forlivese. Con Jorge Lorenzo in testa e Casey Stoner, secondo con distacco, Rossi riesce a raggiungere il suo obiettivo, quello del podio. La battaglia per il terzo posto ha infiammato una gara dominata da Lorenzo, con  Stoner secondo e Valentino al terzo posto che conferma di essere di parola. Il campione di Tavullia ha mantenuto la promessa fatta prima del gran premio. "A Laguna punto al podio - aveva detto Valentino - alla vittoria penserò a Brno".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati