Gela, condizionatori rotti in ospedale

Disagi per i pazienti del Vittorio Emanuele, costretti a portare i ventilatori da casa. Niente aria condizionata nei reparti di Ginecologia, Ortopedia, Ostetricia, Talassemia e Laboratorio analisi

GELA. Condizionatori fuori uso in ospedale. Un disagio nel disagio per le partorienti ricoverate in stanze di degenza del reparto di Ginecologia dell'ospedale "Vittorio Emanuele" di Gela (Caltanissetta). Molti pazienti sono stati costretti a portare dei ventilatori per sopportare l'afa. Un disagio che non riguarda soltanto il reparto di Ginecologia. Anche i pazienti di Ortopedia, Ostetricia, Talassemia e Laboratorio analisi sono privi dell’impianto di aria condizionata e soffrono le alte temperature, come si legge sul Giornale di Sicilia oggi in edicola (25 luglio, cronaca di Caltanissetta). «Non sono di certo le condizioni ideali per soggiornare dopo un parto - ammette Carmen Tilaro, ricoverata nella stanza sette della Ginecologia - temo anche per la salute del mio piccolo. Siamo costretti a lasciare finestre e porte aperte per sopperire il caldo». Nella stessa stanza, i servizi igienici sono parzialmente inutilizzabili.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati