Palermo, Amat: scoperti otto abbonamenti falsi per le zone blu

I controlli sono stati fatti dagli ausiliari del traffico insieme agli agenti della polizia Municipale nella zona di Mondello. Identificato un parcheggiatore abusivo

PALERMO. Continua senza tregua il controllo della sosta tariffata da parte degli operatori alla mobilità dell’Amat. Dopo le verifiche che hanno portato alla denuncia di 11 persone, perché esibivano falsi tagliandi di abbonamento per le zone blu, a finire nella rete degli ausiliari sono state altri otto cittadini che esponevano sul parabrezza della propria auto pass e abbonamenti falsi.
Il fenomeno ha interessato anche i biglietti per la sosta oraria, i gratta e parcheggia, nella zona di Mondello. Coadiuvati dagli uomini della polizia municipale, gli operatori dell’Amat hanno elevato contravvenzioni a cinque automobilisti che esponevano schede contraffatte. Nell’ambito di questa operazione, la scorsa settimana, la polizia municipale ha identificato un parcheggiatore abusivo, al quale, oltre alla notifica di un verbale per attività illecita, sono state sequestrate un considerevole numero di schede false e l’incasso della giornata.
“La lotta alla contraffazione è diventata un obiettivo strategico per l’azienda – dice il presidente dell’Amat, Mario Bellavista -. Invito i cittadini ad acquistare le schede nelle ricevitorie autorizzate, ed evitare il rischio di incorrere in una denuncia penale per pochi spiccioli. Contro l’abusivismo dilagante, soprattutto nella zona di Mondello, stiamo predisponendo una nota al corpo della polizia municipale per segnalare i luoghi con la presenza costante dei parcheggiatori abusivi”. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati