Sequestrati videopoker a Palermo, una denuncia

PALERMO. I carabinieri hanno scoperto una sala giochi abusiva nel quartiere Ballarò, a Palermo, e sequestrato 7 macchinette illegali. Il titolare e gestore del locale, D.B., 52 anni, è stato denunciato per gioco d'azzardo. L'uomo aveva congegnato un sistema in grado di eludere i controlli: le apparecchiature, apparentemente predisposte per videogiochi autorizzati, nascondevano dei videopoker; vere e proprie apparecchiature mangiasoldi che, mediante l'inserimento di un preciso codice fornito dal gestore, permettevano puntate senza limite e di poter proseguire nel gioco nonostante fossero terminati i crediti.
I militari hanno accertato che le apparecchiature erano state installate in assenza di collegamento con la rete telematica dell'amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato. "Quest'attività - spiega il colonnello Teo Luzi, comandante provinciale dei carabinieri - mira anche a dare una risposta all'allarme crescente per la diffusione del fenomeno-videopoker, appetibile per la criminalità, in relazione alle gestione degli introiti in denaro di entità ragguardevoli, nonché alle conseguenze negative per le famiglie che, sempre più spesso, si rivolgono a noi per chiedere aiuto ed evitare che i loro congiunti spendano diverse somme di denaro".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati