Sicilia, Tempo libero

L’eclettica Carmen si ispira all’Africa

Dopo il successo del suo album di esordio “No self control”, la cantautrice di Augusta torna con “The Vuvuzela dance”, candidato a trasformarsi nel nuovo tormentone estivo

MILANO. Si accendono di nuovo le luci della ribalta per la cantante augustana Carmen Serra. Dopo il successo del suo album di esordio “No self control” (Rosso di Sera/Emi) e del singolo “Fiaba”, usciti il 25 maggio, la cantautrice siciliana ritorna con un brano ispirato ai mondiali in Sud Africa “The Vuvuzela dance” e candidato a trasformarsi nel nuovo tormentone estivo, colonna sonora ideale per trascorrere il tempo al mare e nelle discoteche. Il brano è stato presentato dal gruppo senegalese Tambacounda con la sua partecipazione straordinaria. Con le spalle rivolte a uno stadio, il gruppo Tambacounda e Carmen Serra, ballano quello che potrebbe diventare l’alternativa a “Waka waka” che attraverso il ritmo contagioso vogliono far dimenticare le asprezze della vita e ricordare lo spirito allegro e conviviale del popolo africano, anche grazie ai  colori accesi del videoclip.
Si consolida in tal modo l'estate e il successo di Carmen che pur non provenendo da talent show, come Amici o X Factor, e pur avendo alle spalle un’etichetta indipendente e non avendo l’appoggio incondizionato delle radio, ha conquistato il pubblico grazie alla “genuinità” della sua musica e alla “sincerità” dei testi, arrivando al cuore delle persone. Successo confermato dalle proiezioni dei video dei singoli “Fiaba” e “Africa” nei maxischermi di Milano in Piazza Duomo e Roma a piazza di Siena durante i mondiali in Sud Africa.
“No self control”, è rimasto per molte settimane al 2° posto della classifica di vendita degli indipendenti (Music Charts – Gfk Retail And Technology) e al 16esimo della classifica di vendita generale.  Il suo è un genere pop rock accattivante, un sound che travolge, sia per il testo che per gli accordi: la sua è una musica che oggi potremmo definire "sociale". Il singolo “Fiaba” è una canzone metafora della vita, che per questa occasione dei mondiali Carmen Serra dedica agli azzurri. La canzone “Africa” che è stata “adottata” a simbolo di un continente al centro delle attenzioni del mondo in occasione dei Mondiali, esalta la figura e l’opera di Gino Strada e sensibilizza l’opinione pubblica sui drammi umani che si vivono quotidianamente in Africa. Testimonianza ne è il video, realizzato su un campo di calcio con la presenza di uomini, donne e bambini, tutti provenienti dall’Africa con in comune la passione per il calcio, ma testimoni di diritti e dignità perduti. Una cantante a tuttotondo, che ha studiato tanto con l'eclettismo che più si addice. E si vede. Il suo volersi trasferire a New York per qualche tempo ne è un esempio: qui ha imparato la cosa significa entrare in contatto con tutti i generi musicali, dal jazz all’elettronica, dal rock alla musica latino americana, dal rap al country, riuscendo a cantare in alcuni locali di Manhattan come il The Bitterend e il Red Lion.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati