Borsellino, un’ovazione per i magistrati al Palazzo di giustizia

Così sono stati accolti i “togati” che sono entrati nell'aula magna del tribunale di Palermo per partecipare alla cerimonia di commemorazione dell'Anm per ricordare l’eccidio di via D’Amelio

PALERMO. Un'ovazione ha accolto i magistrati che sono entrati nell'aula magna del Palazzo di Giustizia di Palermo per partecipare alla cerimonia di commemorazione organizzata dall'Anm per ricordare Paolo Borsellino, ucciso il 19 luglio del '92 nella strage di via D'amelio.
Sono centinaia le persone che si sono radunate questa mattina sul piazzala antistante il Palazzo di giustizia di Palermo per partecipare al presidio organizzato dal comitato "Scorta civica" per i magistrati di Palermo, il gruppo nato nel solco di quello delle "agende rosse", in vista del 18° anniversario della strage.
Al presidio sono presenti gruppi e associazioni provenienti da tutta Italia. Numerosi gli striscioni esposti a sostegno dei magistrati della Procura. Su uno di questi è scritto a caratteri cubitali: "Con voi contro la mafia". I manifestanti, che proseguiranno il presidio per tutta la mattinata, indossano la maglietta con le immagini di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e la scritta "Verità e Giustizia" e agitano le "agende rosse", che ricordano quella che fu trafugata dalla borsa del magistrato subito dopo la strage di via D'Amelio e che non è stata ancora trovata.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati