Palermo, Scoma: "Potremmo sospendere le targhe alterne in estate"

Lo dichiara il vicesindaco del capoluogo isolano dove non sono più stati registrati sforamenti. Lunedì l'incontro con Cammarata per decidere

PALERMO. Potrebbe essere sospeso per il periodo estivo, fino a settembre, il provvedimento che prevede la circolazione a targhe alterne in città, entrato in vigore lo scorso 15 marzo, per ridurre i livelli di polveri sottili nell'aria. L'ordinanza sindacale infatti potrebbe essere revocata già dalla prossima settimana. "Le centraline non hanno più registrato sforamenti dei limiti consentiti - dice l'assessore comunale al Traffico Mario Parlavecchio - e la qualità dell'aria va migliorando: per questo si sta pensando concretamente all'opportunità di consentire la circolazione a tutte le auto per luglio e agosto". "Lunedì incontrerò il sindaco Cammarata - conclude Scoma - e valuteremo insieme se concedere la sospensione dell'ordinanza". Il provvedimento al momento riguarda tutte le automobili con motore euro 1, 2 e 3, le moto e gli scooter non catalizzati, cioé immatricolati prima del 1999. "Non appena il sindaco sospende l'ordinanza - dice il consigliere comunale del Mpa Leonardo D'Arrigo - sulle targhe alterne deve subito portare in aula il Put, il piano urbano del traffico, affinché il consiglio comunale si determini in merito. A settembre, il Put deve essere operativo". Per D'Arrigo "le targhe alterne sono soltanto un palliativo che serve ad evitare ripercussioni giudiziarie".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati