Incendi, numerosi i roghi in tutta la Sicilia

Colpite soprattutto le zone delle province di Messina, Palermo, Siracusa ed Enna. Nell'isola sono entrati in azione anche Canadair ed elicotteri

PALERMO. Le squadre di soccorso e i vigili del fuoco sono impegnati in numerosi incendi in Sicilia favoriti dal caldo afoso di questi giorni.
A Cefalù e a San  Mauro Castelverde, nelle Madonie, sono intervenuti anche due Canadair e un elicottero della Protezione civile regionale. Si sospetta, in alcuni casi, un'origine dolosa.
L'incendio più grave interessa da ieri un'area boschiva di contrada Cerrito, a San Mauro Castelverde. Le fiamme sono state circoscritte dopo molte ore dai vigili del fuoco e dagli uomini  della Forestale appoggiati da alcuni volontari.
A Cefalù l'incendio, diffuso da alcune sterpaglie  abbandonate lungo la strada, ha interessato la zona di contrada  Campella dove si trovano numerose villette e case di  villeggiatura.
Altri incendi, già domati oppure sotto controllo, sono  divampati a San Vito Lo Capo (in contrada Macari), a Gagliano  Castelferrato (Enna), a Scicli e Mineo. A Capaci sono state date alle fiamme sterpaglie in una zona abitata, in viale Kennedy.
Proprio la Sicilia è la regione che ha richiesto il maggior numero di interventi - si legge in una nota - per i mezzi aerei della flotta aerea dello Stato, dove Canadair ed elicotteri sono entrati in azione sui nove roghi che hanno appunto interessato le province di Messina, Palermo, Siracusa e Enna.

Altre richieste di intervento sono giunte per intervenire su due incendi in Calabria, uno in Puglia, uno in Toscana e uno in Abruzzo. Al momento sono stati posti in bonifica o spenti dieci incendi, mentre continua il lavoro degli equipaggi di Canadair e di elicotteri del Dipartimento della protezione civile su quattro roghi: due in Sicilia, uno in Abruzzo e uno in Toscana.  I piloti dei velivoli continueranno ad assicurare il lancio d'acqua e liquido ritardante sulle fiamme dei roghi ancora attivi finché le condizioni di luce consentiranno di operare in sicurezza.
La Protezione civile ricorda che la maggior parte degli incendi boschivi è provocata da mano umana, a causa di comportamenti superficiali o, spesso purtroppo, dolosi e che la collaborazione dei cittadini può essere decisiva nel segnalare tempestivamente ai numeri di telefono d'emergenza 1515 o 115 anche le prime avvisaglie di un possibile incendio boschivo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati