Furti ed estorsioni, arresti nel Foggiano

CERIGNOLA (FOGGIA). Furto, riciclaggio di autoveicoli ed estorsioni attraverso il cosiddetto 'cavallo di ritorno': sono i reati di cui dovranno rispondere 11 persone, di Cerignola e di Stornarella, nel foggiano, destinatarie in queste ore di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere.
L'operazione di polizia giudiziaria, chiamata 'Capolinea', è in corso di esecuzione da parte degli uomini del Commissariato di Cerignola, con la collaborazione del Reparto prevenzione crimine Puglia e del Reparto volo di Bari. I provvedimenti restrittivi sono stati emessi dal gip del Tribunale di Foggia, su richiesta della Procura della Repubblica di Foggia.
I reati contestati, in particolare, riguardano l'associazione per delinquere finalizzata al furto, al riciclaggio di autoveicoli e mezzi agricoli nonché all'estorsione attraverso il cosiddetto 'cavallo di ritorno' per la restituzione dei mezzi rubati ai legittimi proprietari.
Il sodalizio, composto da alcuni pregiudicati di Cerignola e di Stornarella, oltre ad operare nei comuni limitrofi, operava anche nelle province di Pescara, Chieti, Benevento, Avellino e Campobasso. I particolari dell'operazione saranno resi noti nella mattinata nel corso di una conferenza stampa che si terrà nella sede della Procura della Repubblica di Foggia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati