Finanziaria, il governo chiede la fiducia in Aula

Il premier Silvio Berlusconi ha ribadito la necessità di approvare velocemente il decreto: "Non possiamo limitarci a piangere sui danni provocati dalla crisi". Il Pd insorge: manifestazioni di protesta il 16 e il 17 luglio

ROMA. Il governo chiede la fiducia in Aula al Senato sulla manovra. Una scelta annunciata da tempo e della quale ieri il premier Silvio Berlusconi ha ribadito la necessità per approvare velocemente il decreto, "come chiesto anche dall'Europa". Adesso ripete il Cavaliere bisogna guardare avanti: "non possiamo limitarci a piangere sui danni causati dalla crisi economica - sottolinea - dobbiamo invece ricercare tutte le strade possibili per accelerare e consolidare la ripresa". Ma contro la fiducia si scagliano le opposizioni con il Pd che il 16 e 17 luglio tornerà a mobilitarsi con manifestazioni in tutta Italia. Tremonti insiste: "Serve austerità per uscire dalla crisi". La Mercegaglia ottimista: "Ormai il peggio è alle nostre spalle". Ulteriori approfondimenti nell'edizione cartacea del Giornale di Sicilia in edicola oggi, 15 luglio 2010.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati