Infrastrutture, dal Cipe 140 milioni per la Sicilia

Ventitré milioni serviranno per il restyling della stazione marittima del porto di Palermo, altri dieci per il secondo approdo commerciale di Tremestieri

PALERMO. Ventitré milioni di euro serviranno per il restyling della stazione marittima del porto di Palermo, altri dieci integrano i fondi per la costruzione del secondo approdo commerciale messinese di Tremestieri: somme, queste, comprese nei 140 milioni sbloccati dal Cipe per la realizzazione o la manutenzione di 75 infrastrutture in Sicilia. Il via libera ai finanziamenti è stato comunicato dal Provveditore interregionale alle opere pubbliche, Lorenzo Ceraulo, ad una delegazione dell'Ance Sicilia, accompagnata dal sottosegretario alle Infrastrutture Giuseppe Maria Reina.
Le risorse sono state assegnate dal Cipe ed è stato firmato il relativo decreto. Adesso si attende solo la registrazione da parte della Corte dei conti. Tra gli altri interventi di maggiore importo figurano i lavori di ripristino statico dei piazzali del porto commerciale di Termini Imerese e il rifacimento di impianti ed arredi (21 milioni e 600 mila). Ed ancora, 7 milioni e 500 mila euro sono destinati alla realizzazione del Centro per la ricerca, la divulgazione e la didattica delle scienze astronomiche ad Isnello nel parco delle Madonie, altri 6 per lavori di sistemazione di via Empedocle ad Agrigento (dal tunnel Piedigrotta a via delle Torri) e 5 al recupero dei manufatti industriali dell'ex area Montedison a Porto Empedocle. Il completamento dei lavori di urbanizzazione delle opere primarie a valle di via La Loggia ad Aragona è finanziato con 3 milioni, mentre 1 milione e 54 mila euro sono destinati alla ristrutturazione e al completamento dello stadio comunale di Frazione Rocca a Capri Leone, nel Messinese. Nella stessa provincia la «rivalutazione» del tessuto urbano a Furnari sarà portata a termine grazie a 3 milioni e 81 mila euro e il recupero di piazza del Milite ignoto a Santa Lucia del Mela potrà avvenire grazie a un finanziamento di 1 milione e 775 mila euro.
Ed ancora, in provincia di Palermo la riqualificazione di via Palagonia a Bagheria sarà consentita da 1 milione e 793 mila euro e il restyling di corso Umberto I a Baucina può diventare realtà grazie a 1 milione 950 mila euro. Inoltre 2 milioni e 700 mila euro sono destinati alla scuola dell'infanzia «Bosco» a San Cipirello, mentre per il completamento del parcheggio di piazza del Popolo a Ragusa arrivano 1 milione e 250 mila euro e per un edificio polifunzionale a Gibellina 1 milione e 700 mila.
«Grazie all'intervento del presidente Lombardo e del sottosegretario Reina è stato possibile finalmente rendere disponibili questi fondi- afferma il presidente di Ance Sicilia, Salvo Ferlito-. Daranno una prima boccata d'ossigeno al settore dell'edilizia in crisi. Gli effetti del provvedimento si vedranno presumibilmente da settembre».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati