Regione, svolta Lombardo: "Il Pd non entrerà in giunta"

Il presidente della Regione è ad un bivio in vista del quarto rimpasto di governo. Sul Partito Democratico veto dei "ribelli" del Pdl. Incontro con Casini per trattare con l'Udc

PALERMO. Un documento da mettere a punto entro fine settimana, al massimo la prossima. E' il nuovo programma di governo, che conduca la barca nel porto di fine legislatura. Raffaele Lombardo, presidente della Regione siciliana, è già a lavoro, e da oggi a palazzo d'Orleans darà il via ad una serie di incontri con rutelliani, Ex An e Pd, oltre che Gianfranco Miccichè e Dorè Misuraca. Intanto ci sono le prime indiscrezioni. C'è un forte veto dei "ribelli" del Pdl per l'ingresso del Partito democratico in giunta, tanto che a quanto pare lo stesso Lombardo ha detto che "il pd non entrerà a far parte del governo". Ulteriori approfondimenti nell'edizione cartacea del Giornale di Sicilia in edicola oggi, martedì 13 luglio 2010

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati