Lunedì, 25 Settembre 2017

Mezzo secolo di carcere per 7 “colonnelli” di Provenzano

Le condanne per alcuni presunti affiliati alla famiglia mafiosa di Bagheria, ritenuti fiancheggiatori del boss
Sicilia, Cronaca

PALERMO. Oltre cinquant'anni di carcere sono stati inflitti dal gup di Palermo Lorenzo Iannelli a sette presunti affiliati alla famiglia mafiosa di Bagheria, ritenuti fiancheggiatori del boss Bernardo Provenzano.
Accogliendo le richieste del pm Marzia Sabella, il giudice ha condannato a 12 anni e 11 mesi Onofrio Morreale (in continuazione a una condanna precedente) a 12 anni Massimiliano Ficano, a 9 anni e 6 mesi (in continuazione) Simone Castello, ritenuto dagli inquirenti il "postino" di Provenzano, a 5 anni e 8 mesi Giuseppe Comparetto. Dovrà scontare 5 anni e 2 mesi (in continuazione) Stefano Lo Verso, mentre Cristoforo Morici è stato condannato a 5 anni e 4 mesi. La pena più bassa è stata comminata a Leonardo Ficano, a cui sono stati inflitti 2 anni e 10 mesi.    
Gli imputati sono stati arrestati nell'ambito dell'indagine denominata "Crash" e rispondevano, a vario titolo, di associazione mafiosa finalizzata alle estorsioni, detenzione di armi e intestazione fittizia di beni. L'operazione prende il nome da un'officina per la demolizione delle auto da dove partirono le indagini condotte tra il 2005 e il 2006.
Il giudice ha anche disposto la confisca della Sicil Fruit di  Castello, una società di import-export di frutta ed ortaggi del valore di circa 2 milioni e mezzo di euro.
Come risarcimento, andranno 56 mila euro ciascuno ai Comuni di Bagheria e Ficarazzi che si sono costituiti parte civile come il centro studi Pio La Torre a cui andranno 7.600 euro. Tutti erano rappresentati dall'avvocato Ettore Barcellona. Il gup ha disposto inoltre un risarcimento di 15 mila euro per l'associazione antiracket di Bagheria.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X