Alla Regione spuntano altri 12 consulenti

Incarichi compresi fra tre e sei mesi. In molti casi si tratta di proroghe di contratti già in corso

PALERMO. Altri 12 consulenti alla Regione. Si tratta di incarichi che nella maggior parte dei casi scadranno in autunno o a fine anno ma che seguono altri contratti già scaduti: in questo modo le stesse persone risulteranno a fine incarico da un anno o quasi in servizio per chiamata diretta con vari rinnovi contrattuali.
Gli ultimi contratti in ordine di tempo li ha firmati l’assessore ai Beni culturali, Gaetano Armao. Riguardano l’avvocato Pier Luigi Matta che resterà al fianco dell’assessore fino a fine anno per un compenso totale lordo di 12.119 euro. L’altro contratto è andato a Maria Garcia de Los Angeles che da fine giugno a fine settembre percepirà 6.748 euro lordi. Matta è ormai il braccio destro di Armao mentre la Garcia si occuperà di marketing e fruizione dei beni culturali. Dal primo luglio sono stati messi sotto contratto altri tre consulenti dell’assessore all’Economia, Michele Cimino: si tratta di Rosa Giglio, Francesco Turoni e Eduardo Cirino. Tutti e tre si occuperanno di programmazione dei fondi Fas e resteranno in servizio fino a fine anno per 12.394 euro lordi.
E sempre dal primo luglio, l’assessore al Lavoro Lino Leanza ha messo sotto contratto Bendetto Anfuso che per occuparsi fino a fine settembre di integrazione socio sanitaria percepirà 6.445 euro.
Infine, il presidente Raffaele Lombardo ha ufficializzato in questi giorni 6 incarichi conferiti alcune settimane fa. I contratti più lunghi sono andati a Giuseppe De Santis (esperto in fondi comunitari), Serafina Perra (consulente in pubblica istruzione), Antonio Moretta (si occuperà di energia) e Nino Andò (rapporto fra Stato e Regione): per tutti è previsto un impiego fino a fine ottobre con un compenso lordo di 21.949 euro. Mentre Pietro Garonna (esperto in politiche sociali) per lo stesso periodo percepirà 12.394 euro. L’ultimo uomo di Lombardo è Biagio Semilia (esperto in comunicazione) che da maggio fino a fine agosto percepirà 12.437 euro.
Con queste nomine il totale di quelle fatte dal primo gennaio e ancora in corso sale a 46. Il maggior numero di consulenti, 21, è a Palazzo d’Orleans mentre 6 ciascuno ne hanno i due assessori miccicheiani Michele Cimino e Titti Bufardeci (Agricoltura). La maggior parte dei consulenti, sommando mini contratti di volta in volta rinnovati, è rimasta in carica un intero anno o poco meno. È il caso di Garonna, De Santis, Perra, Moretta e Andò che sono già al terzo contratto. Al terzo contratto è anche Pier Luigi Matta, mentre la Garcia è a quota due. Il record è però dei tre nomi appena contrattualizzati da Cimino: Rosa Giglio ha avuto il primo contratto l’1 gennaio, il rinnovo è arrivato l’1 aprile (per un mese) e poi ancora il primo maggio. E ora c’è l’ultima firma che la tiene in servizio fino a fine anno consentendole così di arrivare a un budget finale di 23.445 euro. La stessa cosa è avvenuta per Francesco Turoni e Eduardo Cirino che sono entrati in assessorato il 20 gennaio e di fatto non ne usciranno fino alla fine dell’anno. Ma il record in questo senso è di Serafina Perra (già assessore provinciale a Catania negli anni della presidenza Lombardo) e di Beppe De Santis che, in servizio dal primo gennaio arriveranno a fine ottobre a un incasso totale di 36.581 euro frutto di un primo contratto (scaduto a fine marzo) da 10.974 euro, di un successivo rinnovo da 3.658 euro e di quest’ultimo incarico da 21.949.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati