Nuova giunta a Palermo, Cammarata prende tempo

C'è l'ipotesi che il ruolo di Scoma venga ridimensionato, ma Vizzini e Tantillo smentiscono. Ecco chi verrà riconfermato

PALERMO. Dopo aver azzerato la giunta il sindaco di Palermo Diego Cammarata prende tempo. Per la nuova giunta, dunque, non sembra sia questione di pochi giorni, anzi c'è chi pensa che non la nuova squadra non sarà pronta prima della fine di luglio. Ma le prime voci non mancano. Secondo indiscrezioni, il sindaco avrebbe in mente di ridimensionare il ruolo di Francesco Scoma attuale vice sindaco e di riassegnare la delega a Mario Milone. Questa possibilità, come si legge sul Giornale di Sicilia oggi in edicola (11 luglio 2010) è stata smentita, anche se Cammarata non si è pronunciato.
«Non credo che i boatos o le malelingue possano scalfire i miei rapporti con il sindaco - tiene a puntualizzare Scoma - sono sicuro che le scelte di Cammarata vanno nella direzione della politica e ne parleremo insieme». Anche il senatore del Pdl Carlo Vizzini non crede nella possibilità che il ruolo di Scoma venga ridimensionato: «E' un dirigente storico del Pdl. Non può essere destinatario di decisioni perché sarà lui stesso a sedere, insieme al sindaco, ai tavoli di confronto degli alleati». Il capogruppo del Pdl, Giulio Tantillo, aggiunge: «Scoma non è in discussione. Vogliamo solo rispecchiare gli equilibri che si sono creati in Consiglio. Basta vedere chi ha votato contro la mozione di sfiducia a Cammarata per capire la strada». E poi tiene a precisare, sulla nuova giunta: «Chi ha lavorato bene resterà».
I riconfermati, sarebbero Milone, Maurizio Carta e Felice Bruscia dell'Udc.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati