Pinilla: "Basta errori, ora solo impegno e tanti gol"

Il neo attaccante del Palermo fa mea culpa delle esperienze passate. "Mi sento in gran forma e voglio fare bene in rosanero"

PALERMO. «Young and mentally mature». C’era questa frase scritta sulla maglietta indossata (probabilmente non casualmente) da Mauricio Pinilla, il nuovo acquisto del Palermo che si è presentato oggi alla stampa. Giovane e mentalmente maturo il significato di questa espressione, che sa quasi di rassicurazione e promessa al Palermo, che ha voluto dargli fiducia, e ai suoi nuovi tifosi. Sì, perché questo giocatore, al quale tutti riconoscono uno straordinario talento, si è fatto conoscere fino ad ora di più per la vita fuori dal campo, che per le sue prestazioni calcistiche. Lo sa bene la punta cilena, che fa anche mea culpa degli errori del passato. «Sono arrivato giovanissimo in Italia, all’Inter, a diciannove anni e subito sono stato girato al Chievo. Ma a parte l’età, non è andata bene la prima esperienza in Serie A, perché non ho fatto una vita da professionista al cento per cento». Dopo l’esperienza al Chievo, Pinilla ha girato il mondo, andando in Sudamerica e giocando anche in Spagna e Portogallo, con Celta Vigo e Sporting Lisbona. Ora è arrivato il momento di mettere la testa definitivamente a posto e i ventiquattro gol in altrettante partite la scorsa stagione in B col Grosseto sono una spia importante in questo senso. Ora, l’esperienza col Palermo, l’occasione da prendere al volo per il rilancio nella massima categoria. «Ora sono contento e mi sento in una forma incredibile. Mi aspetto tanto quest’anno da me e dalla squadra, che può puntare in alto, grazie a un livello di giocatori straordinario. Spero – ha aggiunto Pinilla – di vincere una competizione». Nessun dubbio, invece, per quanto riguarda il suo arrivo a Palermo. «C’erano altre squadre su di me. Ma il mio procuratore ha spinto per la scelta rosanero, anche perché c’è Sabatini che mi conosce da ragazzino». La punta cilena, inoltre rassicura tutti sulle condizioni del suo ginocchio, che lo ha bloccato nell’ultima parte della scorsa stagione. «Sto lavorando per rinforzare la muscolatura. Tra cinque giorni sarò pronto per lavorare col resto dei compagni». Infine un augurio per la nuova stagione. «Spero di fare tanti gol e arrivare a doppia cifra».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati