Frane in Sicilia, 300 milioni per i Comuni colpiti

E' quanto prevede un'ordinanza della protezione civile firmata dal presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Stanziati 18 milioni per San Fratello e 24 per Giampilieri

ROMA. Quasi trecento milioni per gli interventi di messa in sicurezza del territorio e per le opere di consolidamento nei comuni più colpiti dalle frane dello scorso inverno. E' quanto prevede un'ordinanza di protezione civile firmata dal presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, relativa alle frane che hanno interessato la Sicilia orientale. I contenuti dell'ordinanza, che ha avuto il supporto e la piena condivisione del ministro dell'Ambiente Stefania Prestigiacomo e del governatore siciliano Raffaele Lombardo, sono stati illustrati ai sindaci dei comuni siciliani interessati dai fenomeni nel corso di una riunione presieduta dal capo della Protezione Civile Guido Bertolaso e alla quale ha partecipato anche il prefetto di Messina. In particolare l'ordinanza - che fa seguito a un altro provvedimento con cui venivano stanziati 15 milioni - prevede uno stanziamento, derivante dalla quota dell'accordo di programma quadro a carico dello Stato, di 18 milioni per il Comune di San Fratello (Me) e 24 milioni per le opere di consolidamento di Giampilieri (Me). Prevista poi l'erogazione di ulteriori risorse finanziarie derivanti dall'accordo di programma, pari a oltre 250 milioni, destinate a interventi di mitigazione del rischio idrogeologico. Fondi che verranno trasferiti alla struttura prevista dallo stesso accordo che sarà guidata da un Commissario straordinario delegato nominato dal Ministero dell'Ambiente e da un sub-commissario designato dalla regione siciliana.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati