Romano e Lupo in coro: "Lombardo ci liberi dalla paralisi"

Nota congiunta dei due leader regionali di Udc e Pd: "Il governo nazionale è inadeguato, il presidente della Regione sgombri il campo dagli equivoci"

PALERMO. Il governo nazionale é "inadeguato" e "spetta al presidente Raffaele Lombardo liberare il campo da equivoci e ambiguità, contraddizioni e ritardi, avanzando una ipotesi che ci faccia uscire dalla attuale paralisi". Lo affermano in una nota congiunta i segretari regionali dell'Udc, Saverio Romano, e del Pd, Giuseppe Lupo, a conclusione di un incontro.    
Tra i temi affrontanti, si rende noto nel comunicato, "la crisi economica e sociale della Sicilia, aggravata dalle scelte politiche antimeridionali del governo nazionale e dalla situazione di stallo del Governo regionale". Romano e Lupo "condividono la necessità di affrontare le principali emergenze dell'Isola, a partire dai temi dello sviluppo, dell'occupazione, del sostegno alle piccole e medie imprese e alle famiglie". I segretari regionali dell'Udc e del Pd condividono inoltre "l'urgenza di contrastare duramente la manovra Tremonti, in particolare per difendere il lavoro dei 23 mila precari degli enti locali, di cui condividono l'allarme per il taglio dei trasferimenti in loro favore e che causerebbe la drastica riduzione dei servizi ai cittadini".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati