Mondiale, prima finale rosso-arancio

Dopo la vittoria della Spagna sulla Germania anche Zapatero esalta l’autore del gol decisivo Puyol: “Un colpo di testa superbo”

ROMA. Una finale rosso-arancio, la prima in assoluto nella storia dei Mondiali. Una finale, oltre tutto, tra due squadre che non hanno mai alzato al cielo la Coppa.  Sarà un match assolutamente inedito quello che giocheranno Spagna e Olanda domenica sera a Johannesburg. La rappresentativa iberica finora non era mai approdata alla finale di un Mondiale; mentre quella arancione vi era arrivata nel 1974 e nel 1978, ma entrambe le volte era stata sconfitta dai padroni di casa (rispettivamente Germania Ovest e Argentina).     Quale che sia il risultato tra Spagna e Olanda, inoltre, Sudafrica 2010 sarà il primo Mondiale vinto da una Nazionale europea fuori dall'Europa.
E dopo la vittoria di ieri contro la Germania, il primo ministro spagnolo José Luis Rodriguez Zapatero ha esaltato in dichiarazioni alla radio il gol con cui il difensore Carles Puyol, che i compagni  del Barcellona chiamano 'lo squalo', ha sancito lo storico passaggio alla finalissima di domenica contro l'Olanda. "Che elevazione, che colpo di testa, è stato veramente  superbo", ha detto entusiasta Zapatero, che oltretutto è  tifoso del Barcellona.    

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati