Palermo, studente vede un film in 3D e finisce in ospedale

E' successo a Ruggero C., 16 anni, che ha tenuto una benda all'occhio destro per una settimana. I primi fastiidi ad un'ora dall'inizio della proiezione

PALERMO. Ha visto un film in 3D ed è finito con l’occhio bendato per una settimana. Protagonista dell’accaduto un ragazzo palermitano di 16 anni, Ruggero C., studente del Gonzaga. Il giovane, lo scorso 12 giugno, stava assistendo alla proiezione del film “The Hole” quando, ad un’ora dall’inizio dello spettacolo, ha cominciato ad accusare i primi fastidi all’occhio destro, che era diventato rosso e gonfio. I genitori fanno passare qualche giorno prima di portarlo in ospedale e il mercoledì successivo viene visitato al Cto, dove gli viene diagnosticata una congiuntivite e prescritta una pomata al cortisone.
Stando al parere di due esperti, ci sarebbe stata un'abrasione, un graffio nella cornea, anziché sulla pelle.  Parla la madre di Ruggero, Rita Balistri, che è terrorizzata: “Mio figlio, a causa di quegli occhiali ha rischiato di perdere la vista. Dovrebbero essere monouso o rigorosamente sterilizzati”.
Maggiori dettagli si possono leggere nell’edizione cartacea del Giornale di Sicilia in edicola oggi, mercoledì 7 luglio 2010.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati