Il “Tomasi di Lampedusa” postumo a Francesco Orlando

PALERMO. Francesco Orlando, il francesista siciliano, scomparso lo scorso 22 giugno, autore de "La doppia seduzione" (Einaudi) e allievo dell'autore de "Il Gattopardo" é il vincitore della settima edizione del premio letterario internazionale  "Giuseppe Tomasi di Lampedusa".
"È un romanzo d'intimità sofferta che esalta il valore liberatorio della parola scritta. Raffinata narrazione, fatta di allusioni, di pulsioni emozionali, di erotismo represso ed inespresso filtrati da una cifra di scrittura elegante e colta", é la motivazione con cui la giuria, presieduta da Gioacchino Lanza Tomasi, ha conferito il premio.
"La doppia seduzione" è ambientato alla fine degli anni '40, in una citta' del Sud: i protagonisti sono Ferdinando e Mario, due giovani con tendenze sessuali opposte, legati da un affetto che li farà precipitare in una spirale di drammatica violenza.
La cerimonia di premiazione si svolgerà il 7 agosto a Palazzo Filangeri di Cutò a Santa Margherita di Belice (Ag). A ritirare il premio sarà Luciano Pellegrini, figlio adottivo dello scrittore palermitano.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati