Siracusa, truffa allo Stato con false fatture: sequestro da 2,6 milioni

Parte di quelli che gli investigatori ritengono siano un fondo nero sarebbe stato impiegato in investimenti in titoli emessi da società estere. Sei persone denunciate

SIRACUSA. Una truffa da oltre due milioni di euro allo Stato per finanziamenti pubblici ottenuti per la ristrutturazione di albergo di pregio è stata scoperta da militari della guardia di finanza di Siracusa che hanno denunciato sei persone in stato di libertà.
Militari delle Fiamme gialle hanno anche sequestrato beni per 2,6 milioni di euro, costituiti da certificati obbligazionari esteri e da un rimborso per Iva di 350 mila euro che stava per essere incassato.
Secondo l'accusa la società, che aveva ottenuto una sovvenzione di oltre 5 milioni di euro, si sarebbe servita di fatture 'false' rilasciate da un'azienda che opera nel settore edile. Parte di quelli che gli investigatori ritengono siano un fondo 'in nero' sarebbe stato impiegato in investimenti in titoli emessi da società estere, acquistati con l'intermediazione di una fiduciaria lombarda.
I reati ipotizzati dalla Guardia di finanza nei confronti delle sei persone denunciate sono truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e malversazione a danno dello Stato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati