Regione, l'aut aut di Cracolici: "Un nuovo governo o si va alle urne"

E' l'ultimatum del capogruppo del Pd all'Ars a Raffaele Lombardo: "Si crei un gruppo che approvi le riforme e non procuri imbarazzi"

PALERMO. “Un nuovo governo che attui le riforme approvate e non crei imbarazzo”. E’ quello che serve adesso alla Regione siciliana secondo Antonello Cracolici, il capogruppo del Pd all’Ars che con queste parole lancia un ultimatum al governatore Raffaerle Lombardo. “Se non accadrà, il Pd farà opposizione all’Ars – continua –. E se sarà evidente che il Lombardo-ter è senza maggioranza, allora meglio tornare alle urne”. La mossa di Cracolici si traduce, dunque, in un aut aut a Lombardo e in una presa di distanze da Gianfranco Miccichè, all’indomani della sentenza dell’Utri. “Il presidente – aggiunge ancora il capogruppo del Pd – crei una giunta di transizione in vista di un’alleanza elettorale che va da noi all’Mpa”. Maggiori dettagli si possono leggere nell’edizione cartacea del Giornale di Sicilia in edicola oggi, lunedì 5 luglio 2010.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati