Pallone d'Oro, France Football: "Sneijder è il candidato numero uno"

La rivista francese che ha istituito il premio lancia l'olandese: "Trasforma in oro tutto ciò che tocca, sta giocando in maniera perfetta"

ROMA. La notizia è già nell'aria ma ora è praticamente una certezza visto che a tessere l'elogio di Wesley Sneijder in vista dell'assegnazione del Pallone d'oro è proprio France Football, la rivista francese che ha istituito il premio.    
"Spumante in questa stagione - scrive il giornale - per Wesley Sneijder dopo la trionfale stagione interista e l'ottima performance finora in Coppa del Mondo tanto da fare dell'olandese il possibile candidato al Pallone d'Oro".    
"Sneijder - prosegue l'articolo - non è il più grande né il più forte in assoluto, ma quest'anno trasforma in oro tutto ciò che tocca". Insomma, una consacrazione in piena regola che lascia davvero pochi dubbi.     
Il giornale ricorda la triplete interista: Champions, Campionato e Coppa Italia e il ruolo da protagonista di Sneijder nell'Inter di Mourinho.    
"Non soddisfatto - si legge ancora sull'edizione on line -  il regista è tornato al lavoro. Questa volta, con la Nazionale giocando fino a questo momento in maniera perfetta". E questa sua straordinaria forma potrebbe permettergli di coronare a 26 anni la sua magnifica stagione - scrive il giornale - con il Pallone d'oro. Finora Sneijder è stato il miglior marcatore degli Orange con quattro gol segnati.    
E - sul fronte del regolamento del premio - imminenti novità - secondo numerosi siti specializzati -  sono attese da Johannesburg dove il presidente della Fifa e France Football potrebbero annunciare l'unificazione del Pallone d'Oro al Fifa World Player sin dalla prossima edizione. La decisione sembra ormai matura dopo voci sempre più insistenti. Da decidere resterebbero i criteri: perché il Pallone d'Oro è assegnato dalla stampa, mentre il Fifa World Player dai commissari tecnici e dai capitani delle nazionali. La decisione di unificare i due riconoscimenti sembra una strada obbligata perché l'uno si dimostra il doppione dell'altro: una conferma arriva dalle ultime edizioni, nelle quali entrambe le giurie hanno premiato gli stessi giocatori. Nel 2005 Ronaldinho, nel 2006 Fabio Cannavaro, nel 2007 Ricardo Kakà, nel 2008 Cristiano Ronaldo e nel 2009 Lionel Messi. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati