Presidenziali in Polonia, urne aperte

VARSAVIA. Si sono aperti stamattina alle 6 i seggi per il secondo turno delle elezioni presidenziali anticipate in Polonia, indette dopo la morte del presidente Lech Kaczynski nella sciagura aerea del 10 aprile scorso a Smolensk, in Russia. Il ballottaggio si è reso necessario perché nel primo turno, il 20 giugno scorso, nessuno dei dieci candidati ha raggiunto il 50% delle preferenze.
Oggi i 30,5 milioni di elettori polacchi devono scegliere il nuovo capo di Stato fra due candidati conservatori: Bronislaw Komorowski, che nel primo turno ha ottenuto il 41,54%, e Jaroslaw Kaczynski (36,46%), fratello gemello di Lech.
Komorowski, 58 anni, presidente della repubblica ad interim e presidente della Camera bassa del Parlamento, è esponente del partito liberal-conservatore al governo, Piattaforma civica (Po). Jaroslaw Kaczynski, 61 anni, è il leader del partito nazional-conservatore da lui fondato assieme al fratello, Diritto e giustizia (Pis).
I seggi sono oltre 25 mila. Con le vacanze già iniziate molti polacchi voteranno in uno dei 263 seggi aperti all'estero. In Italia è possibile votare a Roma, Milano e Napoli.
I seggi chiuderanno alle 20 e poco dopo i principali canali tv trasmetteranno gli exit poll. Lunedì la Commissione elettorale nazionale renderà noti i risultati finali.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati