Il soggiorno francese del boss Falsone

I medici della clinica di Marsiglia dove si è rifatto il naso chiamavano l'ex reggente delle famiglie mafiose dell'Agrigentino "Monsieur Frittolà"

AGRIGENTO. Aveva un cognome con l’accento, e lo pretendeva: Monsieur Frittolà, alias Giuseppe Frittola. Era questa l’ultima identità del super latitante Giuseppe Falsone, ex reggente delle famiglie mafiose della provincia di Agrigento.  Lo chiamavano così in Francia, in Costa azzurra, dove si era recato per sfuggire alla polizia. Diventando anche lì una "celebrità". Tanto che, tra mille indugi, il quotidiano «La Provence» scrive che Falsone «s’etait fait reafire le nez dans une clinique marsellaise». È la seconda volta in poco tempo che il paziente è un latitante mafioso. Ed ora diversi titoli a nove colonne dei quotidiani si chiedono «perchè».Ulteriori approfondimenti nell'edizione cartacea del Giornale di Sicilia in edicola oggi, 2 luglio 2010, in un articolo a firma di Alfonso Bugea. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati