Studentessa ferita, i medici: "Ha un proiettile nel collo"

Grave il quadro clinico della studentessa universitaria di 34 anni, Laura Salafia, colpita accidentalmente durante un agguato di mafia a Catania

CATANIA. "Una lesione midollare importante dovuta a un proiettile ritenuto nel collo" che sarebbe 'incastrato' tra la seconda e la terza vertebra cervicale. E' il quadro clinico, secondo quanto si apprende da fonti mediche, della studentessa universitaria di 34 anni, Laura Salafia, ferita accidentalmente durante un agguato di mafia a Catania.  La donna, che è originaria di Sortino (Siracusa) e non di Scordia, come era stato reso noto precedentemente, è ricoverata nel reparto di rianimazione dell'ospedale Garibaldi di Catania. I medici la stanno sottoponendo a diversi esami clinici e diagnostici prima di un probabile intervento di neurochirurgia che potrebbe essere fatto in serata. La studentessa è attualmente sveglia e parla con il personale che l'assiste.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati