Rifiuti a Palermo, Lombardo: "Non escludo lo stato di emergenza"

Il presidente della Regione: "C'è un rapporto di collaborazione con la Protezione civile". Presto un incontro con Bertolaso

PALERMO.  Il presidente della regione siciliana Raffaele Lombardo non esclude la dichiarazione dello stato di emergenza per la situazione dei rifiuti a Palermo. "Perché no? - ha spiegato - c'é un rapporto di collaborazione con la Protezione Civile".
Il Governatore ha aggiunto che incontrerà Guido Bertolaso: "vogliamo fare in modo che la riforma Russo (l'assessore regionale all'Energia ndr) venga attuata in tempi accelerati. Troveremo un'intesa anche con il Comune che non credo possa rifiutare un'ordinanza che lo solleva da problemi che non sono alla sua portata".    
Lombardo ha aggiunto che "il buco Amia (la ex municipalizzata che gestisce la raccolta dei rifiuti in città) scoperto dal governo centrale può essere attribuito a chiunque, anche alla mala sorte, ma non certo alla Regione. E' colpa di un'azienda comunale che ha le gambe per aria. Non voglio scaricare la croce su nessuno, ma caricarla sulla Regione è ridicolo o penoso".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati