Ricostruito il Dna di Messina Denaro

All'opera la polizia scientifica di Roma che è risalita al profilo genetico del superlatitante grazie ad alcuni oggetti utilizzati dai consanguinei del boss

PALERMO. Potrebbe essere un elemento prezioso nella caccia al latitante considerato il numero uno di Cosa Nostra. La polizia scientifica di Roma ha ricostruito il profilo genetico di Matteo Messina Denaro e adesso il Dna è a disposizione degli inquirenti siciliani e di tutta Italia. Per risalire alle caratteristiche gli agenti dell ascientifica hanno utilizzato spazzolini da denti, indumenti e oggetti utilizzati dai consanguinei del superlatitante.
Maggiori dettagli sul Giornale di Sicilia in edicola oggi (1 luglio 2010).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati