Bagheria, vandali e ladri a quattordici anni

I ragazzini sono stati denunciati dalla polizia all'autorità giudiziaria. La merce rubata sarebbe stata in parte venduta da un ricettatore nel mercato di Ballarò

BAGHERIA. Vandali e ladri a quattordici anni. Un gruppo di ragazzini sono stati denunciati dalla polizia all’autorità giudiziaria come responsabili del raid all’istituto comprensivo Karol Woytila nella notte tra l’1 e il 2 giugno, durante il quale sono stati infranti numerosi infissi, imbrattati muri con vernice e sottratti circa 25 computer ed un televisore al plasma da 40 pollici.
I poliziotti sono risaliti ai ragazzini grazie alle confidenze raccolte da alcuni coetanei che, la mattina del 2 giugno, li avrebbero visti trasportare la refurtiva da un casolare di campagna dove l’avevano lasciata in giacenza la notte prima con grossi carrelli della spesa.
Quasi tutti i ragazzini coinvolti hanno ammesso le loro responsabilità ed hanno anche chiamato in causa un uomo di 37 anni cui si sarebbero rivolti per risolvere il problema della destinazione della merce trafugata.
In meno di 24 ore l’uomo, che li avrebbe pagati con 10 euro a computer, sarebbe riuscito a piazzare la merce nel mercato di Ballarò.
Il 20% della merce trafugata è stato restituito dai genitori alla preside dell’istituto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati