Ricavi per matrimoni non dichiarati al fisco scoperti a Siracusa

La guardia di finanza è risalita ai reati grazie alla collaborazione di alcune coppie di sposi. Nel mirino è finito il settore dei ristoratori

SIRACUSA. Oltre 100 mila euro di ricavi non dichiarati al fisco sono stati scoperti dalla guardia di finanza controllando le spese sostenute da oltre un centinaio di coppie di sposi nell'organizzare la cerimonia nuziale.      
Le indagini, che riguardano il 2007, si sono avvalse della collaborazione degli sposi. Militari delle Fiamme gialle hanno prima censito i matrimoni celebrati e hanno inviato agli sposi un questionario sull'ammontare delle spese sostenute. Sotto la lente di ingrandimento è finito il settore dei ristoratori: ne sono stati individuati una ventina che sono stati sottoposti a minuziosi controlli. Incrociando, così, le dichiarazioni degli sposi e le scritture contabili delle circa venti aziende ispezionate è emerso che il 70% di queste aveva dichiarato solamente una parte dei ricavi effettivamente riconducibili ai servizi matrimoniali.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati