Falsone processato in Francia per i documenti falsi

Il boss arrestato venerdì alla sbarra davanti al tribunale di Marsiglia. Il reato prevede soltanto un ammenda nel Paese transalpino

AGRIGENTO. Giuseppe Falsone, l'ex numero uno di Cosa Nostra di Agrigento, arrestato venerdì pomeriggio dopo 11 anni di latitanza, è già stato processato dal tribunale di Marsiglia perché trovato in possesso di quattro documenti d'identità falsi.
Il reato, in Francia, prevede soltanto un'ammenda. Falsone ha preferito avvalersi della facoltà di non rispondere.
La Dda di Palermo, intanto, ha ufficialmente chiesto alle autorità francesi la consegna di tutto il materiale rinvenuto all'interno dell'abitazione marsigliese, in cui Falsone si era trasferito da poco più di un mese. Computer e documenti dovrebbero essere consegnati alla squadra mobile di Agrigento. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati