Sequestrate a Ustica 10 chilometri di spadare

PALERMO. Un'operazione condotta dalla guardia costiera di Messina, e cominciata ieri al largo di Ustica con l'ausilio del pattugliatore Fiorello, ha portato al sequestro di 10 chilometri di spadare (le reti da posta non fisse, calate in mare e lasciate alla deriva, usate per la cattura di grossi pesci). Dentro le reti sono stati trovati i resti di 2 grossi delfini, uno squalo verdesca ed una tartaruga marina.
I pescherecci che avevano calato le spadare sono riusciti a fuggire prima ancora di essere intercettati.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati