Traffico e rifiuti, a Palermo serve più senso civico

Volete misurare il grado di civiltà dei palermitani e dei siciliani in genere? Basta passare nelle ore di punta in viale Regione, con le normali code, per via del traffico sostenuto, i furbi, assicurati da sicura impunità sfrecciano nelle corsie preferenziali e si fanno beffa di chi diligentemente si mette in coda.
Non vi è distinzione di ceto sociale, passano sia gli apecar che i megasuv da 80.000 euro, e il bello è che anche se c’è una minifila dietro un semaforo pedonale, chissà perché la corsia preferenziale è sempre occupata. La stessa cosa per i rifiuti, ci lamentiamo tutti per questo disastro, ma pochissimi fanno la raccolta differenziata per non parlare di quelli che si liberano dei rifiuti ingombranti a modo loro.
Antonino Giuseppe Merlino, Alcamo

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati